capodanno2018

LA GRAFOLOGIA DELLA MENZOGNA e BUONI PROPOSITI PER L’ANNO NUOVO

CAPODANNO GRAFOLOGICO Vacanze-studio dal 27 dicembre al 6 gennaio 2018 More »

corsiestivi2017

SEMINARI RESIDENZIALI 12 – 20 AGOSTO 2017

TENDENZA, ATTITUDINE, ABILITA’. TEORIA E PRATICA GRAFOLOGICA. Villangrande di Montecopiolo (PU), dal 12 al 14 agosto 2017. Orario: 12 agosto: h. 16-19; 13 agosto: h. 10-13, 16-19; 14 agosto: h. 10-13, 16-19. More »

enneagramma_grafologia

LIBRO ENNEAGRAMMA, BIOTIPOLOGIA E GRAFOLOGIA

Il libro approfondisce lo studio dell’enneagramma dei tipi psicologici a partire dall’analisi dei tre istinti principali – conservativo, sessuale e sociale – che improntano il carattere dei 27 sottotipi. L’intuizione dell’autore è More »

beethoven_grafologia

OMAGGIO GRAFOLOGICO A LUDWIG VAN BEETHOVEN

Traendo spunto dai commenti anche discordanti tra loro dei più autorevoli grafologi al mondo, l’autore approfondisce l’indagine grafologica sulla grafia di Ludwig Van Beethoven mettendo in risalto il valore umano e spirituale More »

Nazzareno Palaferri grafologia

NAZZARENO PALAFERRI

Parlando della grafologia di Girolamo Moretti, a Nazzareno Palaferri piaceva spesso ricordare l’introduzione che Jung scrive nel libro “Storia delle origini della coscienza” di E. Neumann. In questa opera Jung descrive se More »

LA PERSONALITA’ ARTISTICA E UMANA DI LUDWIG VAN BEETHOVEN DALLA SUA GRAFIA

grafologia

LA PERSONALITA’ ARTISTICA E UMANA DI LUDWIG VAN BEETHOVEN DALLA SUA GRAFIA

Seminario presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Rossini” di Pesaro
Martedi 19 gennaio 2016.  Orari: 12-14; 15-17
Prof. Luciano Massi

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter

LO SPAZIO GRAFICO NELL’INTUIZIONE VISIVA DI GIROLAMO MORETTI

grafologia.it luciano massi

LO SPAZIO GRAFICO NELL’INTUIZIONE VISIVA DI GIROLAMO MORETTI
Ai fini di una corretta interpretazione grafologica, è noto quanto sia importante lo studio dello spazio grafico. Molti autori – ad esempio Max Pulver e Robert Heiss – hanno dedicato ad esso particolare attenzione facendone oggetto di trattazioni specifiche.Venendo alla grafologia di Girolamo Moretti, di primo acchito non sembrerebbe che questo tema sia stato affrontato esplicitamente. In realtà Moretti ne attua un’interpretazione assolutamente originale. Per capirne appieno la portata, occorre fare diverse considerazioni preliminari.

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter

SULLA NECESSITA’ DELL’INTERDISCIPLINARITA’ PER LA GRAFOLOGIA MORETTIANA (2° PARTE)

Tipologia_caratterologia001

Proviamo a tradurre le argomentazioni svolte nella prima parte, portando alcuni esempi con relative domande retoriche. Come facciamo a capire al volo che l’autrice della grafia di fig. 1 rischia, parlando semplicemente, di non sentirsi né carne né pesce?

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter

LA TENSIONE IN GRAFOLOGIA. DA POPHAL A PALAFERRI.

900qt

22 novembre 2015 presso AGI Milano, Via Previati 4 (MM2 Amendola Fiera).

Orario: 09.30 – 13.30 e 14.30 – 17.30 – Crediti AGI: 5
Relatore: Luciano Massi – www.grafologia.it

Il seminario intende affrontare lo studio della tensione, un fenomeno di vasta polisemia da rischiare il vago, e il mondo della grafologia.

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter

OMAGGIO GRAFOLOGICO A LUDWIG VAN BEETHOVEN

beethoven_grafologia

Traendo spunto dai commenti anche discordanti tra loro dei più autorevoli grafologi al mondo, l’autore approfondisce l’indagine grafologica sulla grafia di Ludwig Van Beethoven mettendo in risalto il valore umano e spirituale della sua personalità.
Ai colpi del destino che minaccioso bussa – così Beethoven descrive l’inizio della sua quinta sinfonia – egli risponde con il coraggio di aprire la porta.

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter

SULLA NECESSITA’ DELL’INTERDISCIPLINARITA’ PER LA GRAFOLOGIA MORETTIANA (1° parte)

scacchi e grafologia

Sono noti gli studi interdisciplinari che Nazzareno Palaferri ha prodotto all’interno della grafologia morettiana. Una delle sue istanze di fondo, nell’organizzare coerentemente e nell’approfondire il pensiero del caposcuola Moretti, è sempre stata quella di valorizzarne e legittimarne scientificamente le intuizioni. Per far ciò, l’unica strada percorribile è quella del dialogo e confronto interdisciplinare, sottoponendo gli assunti morettiani sia alla verifica e al confronto con quelli delle diverse scuole grafologiche, sia con teorie, concetti e applicazioni di discipline esterne.

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter

EMOTIVITA’ ED EMOZIONI NELLA GRAFOLOGIA DI GIROLAMO MORETTI

Grafia di Girolamo Moretti

Sintesi del mio intervento al convegno “Le emozioni. Aspetti psicologici e grafologici” organizzato dall’AGIF-Associazione Italo-francese di Grafologia tenuto il 14 novembre 2014 a Roma

Tutta la grafologia morettiana è attenta nell’indagare un tema così importante e complesso com’è quello delle emozioni. Innanzitutto per Moretti

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter

JACKSON POLLOCK

grafologia scrittura jackson pollock luciano massi

L’essere umano percepisce le proprie carenze e nevrosi– afferma lo psicologo Eysenck – in quanto la sua psiche possiede un sentimento innato di totalità e armonia.  E’ questo il concetto chiave da cui partire per comprendere la complessa e ricca personalità dell’artista americano Jackson Pollock.

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter

ALBERT EINSTEIN

grafologia scrittura albert einstein

Albert Einstein, l’uomo che ha rivoluzionato tanta scienza dell’infinitamente piccolo e dell’infinitamente grande, presenta una grafia in cui le lettere – come le idee che spontaneamente affiorano alla sua coscienza – si collegano incessantemente e fluidamente tra loro (Fluida, Accurata spontanea, Attaccata, Disuguale Metodico).

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter

JOHN LENNON & YOKO ONO

grafologia - scrittura JOHN LENNON E YOKO ONO

All’apice della fama con i Beatles, John Lennon conosce Yoko Ono, e da quel momento si lega indissolubilmente a lei. Quando i Beatles si sciolgono, Yoko viene ritenuta la responsabile della scissione del quartetto di Liverpool e i fans del gruppo non glielo perdorenna mai.

se ti piace condividi su:Share on FacebookShare on LinkedInTweet about this on Twitter