Category Archives: interdisciplinarità

TEORIE DELLO SVILUPPO E GRAFOLOGIA

grafologia_agosto2018

 

SEMINARIO RESIDENZIALE
Vacanze-studio dal 16 al 19 agosto 2018
Villagrande di Montecopiolo (PU)

Teorie dello sviluppo e grafologia

 

Contenuti:
Fasi dello sviluppo secondo Freud.
Teoria dello sviluppo psico-sociale di Erikson.
Teoria dell’attaccamento di Bowlby.
Epistemologia genetica di Piaget.
Lo sviluppo culturale secondo Vygotskij.
Il cognitivismo.
Lo sviluppo percettivo secondo Gibson.
Lo sviluppo umano secondo Gurdjieff.
Correlazioni e esercitazioni grafologiche.

Orario: giov. 16 h. 10-13 e 16-19; ven. 17 h. 10-13 e 16-19; sab. 18 h. 10-13 e 16-19; dom. 19 h. 10-13.

Docente del seminario: Luciano Massi

Per pernottare:
Il luogo dove si tiene il seminario è un’abitazione privata in cui è possibile alloggiare. Non si forniscono biancheria e coperte per cui tutto l’occorrente è a carico dei partecipanti. Vi sono camere da due o tre posti letto e senza bagno in camera. Per usufruirne occorre specificare la richiesta tramite email. Saranno accolte solo le prime 12 domande.

PER INFORMAZIONI: info@grafologia.it

CAPODANNO GRAFOLOGICO 2017

grafologia_capodanno_2017

CAPODANNO GRAFOLOGICO
Vacanza-studio
dal 27 dicembre al 3 gennaio 2017
PERCORSI DI CRESCITA CON L’ENNEAGRAMMA
(BUONI PROPOSITI PER L’ANNO NUOVO)
Luogo del seminario:
Via G. Garibaldi 6, 61014 Villagrande di Montecopiolo (PU).

STUDIO DELL’ENNEAGRAMMA E PRATICA DELLE DANZE SACRE SECONDO GLI INSEGNAMENTI DEL SIGNOR GURDJIEFF

grafologia_danze_gurdjieff

Basovizza Trieste
24 e 25 settembre 2016
h. 9.30 13.30; 14.30-18.30

L’Enneagramma comprende sia la conoscenza di un’antica dottrina esoterica insegnata in occidente, agli inizi del secolo scorso, da Georges Ivanovič Gurdjieff, un maestro di origine armena, che la individuazione di nove diversi tipi di personalità, sintetizzata, nell’America degli anni ‘70, da Oscar Ichazo, di origine boliviana e da Claudio Naranjo, nato in Cile.

ENNEAGRAMMA, BIOTIPOLOGIA E GRAFOLOGIA

Seminario residenziale dal 12 al 17 agosto 2016

Luogo del seminario:
Via G. Garibaldi 6, 61014 Villagrande di Montecopiolo (PU).

Docente del seminario:
Luciano Massi, architetto, già docente di grafologia generale presso l’Università di Urbino e attualmente presso la scuola di grafologia AGI di Trieste.
E’ docente abilitato dell’Associazione Italiana di Enneagramma dal 2005 e ha seguito il percorso formativo quinquennale SAT di Claudio Naranjo.

LO SPAZIO GRAFICO NELL’INTUIZIONE VISIVA DI GIROLAMO MORETTI

grafologia.it luciano massi

LO SPAZIO GRAFICO NELL’INTUIZIONE VISIVA DI GIROLAMO MORETTI
Ai fini di una corretta interpretazione grafologica, è noto quanto sia importante lo studio dello spazio grafico. Molti autori – ad esempio Max Pulver e Robert Heiss – hanno dedicato ad esso particolare attenzione facendone oggetto di trattazioni specifiche.Venendo alla grafologia di Girolamo Moretti, di primo acchito non sembrerebbe che questo tema sia stato affrontato esplicitamente. In realtà Moretti ne attua un’interpretazione assolutamente originale. Per capirne appieno la portata, occorre fare diverse considerazioni preliminari.

SULLA NECESSITA’ DELL’INTERDISCIPLINARITA’ PER LA GRAFOLOGIA MORETTIANA (2° PARTE)

Tipologia_caratterologia001

Proviamo a tradurre le argomentazioni svolte nella prima parte, portando alcuni esempi con relative domande retoriche. Come facciamo a capire al volo che l’autrice della grafia di fig. 1 rischia, parlando semplicemente, di non sentirsi né carne né pesce?

SULLA NECESSITA’ DELL’INTERDISCIPLINARITA’ PER LA GRAFOLOGIA MORETTIANA (1° parte)

scacchi e grafologia

Sono noti gli studi interdisciplinari che Nazzareno Palaferri ha prodotto all’interno della grafologia morettiana. Una delle sue istanze di fondo, nell’organizzare coerentemente e nell’approfondire il pensiero del caposcuola Moretti, è sempre stata quella di valorizzarne e legittimarne scientificamente le intuizioni. Per far ciò, l’unica strada percorribile è quella del dialogo e confronto interdisciplinare, sottoponendo gli assunti morettiani sia alla verifica e al confronto con quelli delle diverse scuole grafologiche, sia con teorie, concetti e applicazioni di discipline esterne.